Come Affrontare la Distribuzione di Energia Elettrica in un Ambiente Operativo Multi-Apparato

di Alix Paultre, GlobTek

Negli ambienti in cui si devono soddisfare requisiti di alto utilizzo e alta affidabilità, le considerazioni concernenti la distribuzione di energia diventano decisioni critiche per le infrastrutture. A volte, operare più dispositivi in una applicazione operativa multi-utente richiede alimentazioni separate, in altre situazioni invece un tale sistema può essere servito utilizzando un metodo flessibile di distribuzione dell’energia elettrica.

Per fare un esempio, noi di GlobTek abbiamo avuto come cliente un casinò che aveva la necessità di far funzionare più stampanti termiche utilizzate dal sistema di tracciamento cliente integrato nelle loro macchine da gioco. Le slot machine e altri apparecchi per il gioco d'azzardo non danno più monete in contanti, emettono ricevute cartacee. Queste stampanti sono necessarie per servire i sistemi clienti sia giocatori che non-giocatori, per consentire ai sistemi di fornire a ciclo continuo ricevute, coupon e altri materiali cartacei ai clienti.

La prima soluzione che può venire in mente potrebbe comportare semplicemente di far uscire una derivazione dall’alimentazione della macchina utilizzata per le stampanti. Tuttavia questo approccio presenta numerosi problemi. I più ovvi che mi vengono subito in mente riguardano il costo di alimentazione del sistema, le prestazioni del prodotto e la sua sicurezza.

Costo Energetico

Il progettista della macchina da gioco o videogioco voleva un alimentatore per la sua macchina con un certo consumo totale del sistema in mente, ma il sistema stesso non aveva molto margine nell’area di potenza continua disponibile per collegare un dispositivo periferico che consumasse tra i 10 e i 15 watt. Alcuni sistemi possono avere ampi margini di potenza di picco, ma non è possibile utilizzare potenza di picco per far funzionare una periferica che ha bisogno di energia. L'altro problema importante concernerebbe la sicurezza del dispositivo. Non si può semplicemente entrare a piacimento nelle viscere di una macchina di gioco legale senza aprire un vaso di Pandora di problemi, dall’interferenza elettronica che può modificare il calcolo delle probabilità nell’apparecchio, a questioni legali di accesso ai componenti elettronici del sistema.

Una volta che la necessità di utilizzare una fonte di alimentazione esterna (incorporata nella struttura o del tutto esterna al sistema) per alimentare le stampanti divenne evidente, la questione si spostò sul tipo di alimentazione e su come ridurre il costo, a fronte della necessità di aggiungere importanti componenti al progetto. Il cliente inizialmente aveva richiesto una modifica al tipo di alimentazione di serie con i cavi di uscita multipli (4) che avrebbero richiesto nuove verifiche in termini di sicurezza tanto per l’alimentazione che per la strumentazione, l’imballaggio, i serracavi e i cavi (5 cifre). Venne proposta una soluzione basata su una scatola di distribuzione della corrente in linea, in quanto la scatola sarebbe sul lato della bassa tensione della catena di alimentazione e quindi non avrebbe richiesto nuove verifiche di sicurezza.

Dividere il tutto

GlobTek scelse quindi di utilizzare una fonte di alimentazione per ogni tre stampanti e il Divisore di Potenza GT-21097-5024 per fornire un tipo di potenza affidabile, scalabile e indipendente dal dispositivo di alimentazione principale. Questo approccio ha permesso l'utilizzo di connettori e cavi di alimentazione standard per la stampante, riducendo ulteriormente i costi e la complessità della soluzione proposta. Altri vantaggi includevano la capacità di utilizzare alimentatori di serie, senza che vi fosse bisogno di strumentazione aggiuntiva o di effettuare una riconfigurazione del pacchetto. La configurazione risultante minimizza il costo del sistema e facilita la riparazione o sostituzione una volta che le macchine sono in funzione. Un altro modo per aggiungere sicurezza ed affidabilità consisterebbe nell’inserire un fusibile che si possa resettare ad ogni uscita nel blocco di distribuzione. In caso di difficoltà, le scatole di distribuzione possono anche essere utilizzate come estensori della linea per situazioni insolite o come riparazione di fortuna sul campo senza compromettere la sicurezza e l'affidabilità del sistema.

La soluzione risultante è stata in grado di affrontare direttamente tutte le esigenze del cliente, senza dover andare a cercare particolari alimentatori con uscite multiple che avrebbero richiesto ulteriori verifiche. Questo caso dimostra che molti problemi possono essere facilmente risolti pensando in modo leggermente non convenzionale e cercando la soluzione in altre parti della catena di alimentazione.


id:154 nr:
Notizia

Richiesta informazioni

Call
Email
💬
Text
💁
Chat
?
Request a Quote
Ti possiamo aiutare?
Ti possiamo aiutare?